Sony e-book reader PRS-T1

Da un paio di mesi è disponibile anche in Italia il nuovo e-book reader della Sony, reclamizzato come il più leggero al mondo (e leggero lo è davvero).

Da un po’ di tempo stavo valutando se acquistare un dispositivo del genere.
Credo che avere la copia stampata del libro sia certamente meglio che possedere una copia virtuale che prende vita solo se le batterie e l’elettronica lo permette; ma, volendo comunque un dispositivo per memorizzare e leggere alcuni libri e documenti, la scelta poteva cadere su un tablet o su un e-book reader, dispositivi che in realtà hanno poco in comune tra loro.

Sony PRS-T1

Il tablet ha decisamente potenzialità maggiori, possibilità di eseguire applicazioni diverse che possono essere installate a piacere, schermo ad alta risoluzione e a colori.
Ma proprio queste caratteristiche diventano negative se lo scopo principale è la lettura di libri.
Il display brillante a colori è molto più affaticante per gli occhi delle pagine stampate e una lunga lettura diventa problematica; il peso del dispositivo non è del tutto trascurabile (il più leggero IPAD2 disponibile pesa più di 600 grammi, come un libro di medio peso che però ha dalla sua una maneggevolezza migliore per la lettura). La durata della batteria non è poi entusiasmante.

Sì, credo che il tablet possa essere usato per leggere, ma non è di certo lo strumento ideale per la lettura…
Gli e-book reader sono stati invece pensati per la lettura; questo ha fatto sì che siano stati realizzati dispositivi con parecchie limitazioni che però si traducono in vantaggi per l’utilizzo: display monocromatico e-ink che assomiglia molto alla carta stampata, leggerezza, durata elevata della carica e dimensioni simili ad un libro tascabile. Inoltre anche il costo è decisamente più basso e facilmente ripagabile con le prime letture di libri gratuiti o a basso costo.

Il display e-ink ha diversi difetti: oltre ad essere monocromatico, presenta l’immagine latente, tanto è che solitamente il contenuto visualizzato è cancellato invertendo la visualizzazione prima di mostrare la nuova pagina; ciò lo rende inadatto a visualizzare pagine con immagini in movimento. Questo comportamento è evidente anche con alcune pagine WEB che si riformattano durante il caricamento.

Ma gli e-book reader sono fatti per leggere i libri e quindi possiamo sorvolare su queste limitazioni (i sostenitori delle specifiche EPUB3 non saranno d’accordo) e così facendo mi sono accorto che il reader può soddisfare anche un tenace difensore della carta stampata come me.

Il Sony, come la maggior parte dei dispositivi di questo genere, ha una risoluzione di 800×600 con 16 livelli di grigio e una dimensione di 6″. La pagina di lettura è perciò paragonabile a quella di un libro tascabile, anche se qui c’è il vantaggio di poter scegliere le dimensioni del carattere (e anche il tipo di font). La cornice aggiunge un po’ di spazio (ho letto lamentele dovute alla cornice lucida che non sono del tutto infondate, anche se in realtà non lo trovo un problema importante), ma anche mani piccole come le mie possono agevolmente maneggiare per la lettura il reader.
Sfogliare le pagine è facile e comodo grazie al touch screen e, sempre grazie al touch, evidenziare del testo per interpellare uno dei vocabolari presenti (vi sono due dizionari della lingua inglese e americana più diversi vocabolari di traduzione da inglese ad altre lingue) o per aggiungere note o per ricercare, tramite la connessione wi-fi, termini su wikipedia diventa facile.

Il dual touch permette poi di effettuare facilmente zoom e scrollare le pagine web e quelle ‘zoomate’.
PRS-T1 integra anche un MP3 reader che permette di ascoltare musica mentre si legge.
La connettività è garantita da un WI-FI integrato e da una porta USB che permette l’interfacciamento con il PC, sul quale si dovrebbe installare il SW READER di Sony.

E, parlando di software, iniziano le noti dolenti, sia per il PC che per il Reader vero e proprio.
Sony ha abilitato il proprio lettore (che per inciso utilizza il sistema operativo Android) alla lettura dei soli formati EPUB e PDF.
In fondo questo non è un grosso problema perchè la conversione da altri formati e-book a EPUB è possibile con SW gratuiti (Calibre per esempio) o a basso costo.
Comunque il supporto diretto di altri formati faciliterebbe l’uso del lettore.

Il vero problema è il formato PDF, da sempre ostico per i lettori di questo tipo. E non pensate di convertirlo a EPUB perchè ottenere una buona conversione da PDF è veramente difficile.
Dunque, la cosa migliore è che il lettore sia in grado di gestirlo bene. SONY prometteva di avere la soluzione, tramite questo reader.
E di fatto l’impostazione non sembra male; si ha la possibilità di riscalare i font come con qualsiasi altro EPUB. Il problema è che lo scroll delle pagine con font riscalato hanno tempi lunghi (diversi secondi).
Senza riscalare i font, l’unico modo di leggere il PDF è di zoomare, ma la lettura non è certo comoda.

In aggiunta il SW del reader non permette di organizzare la propria raccolta di libri: vi è la possibilità di associare i libri a collezioni, ma questi sono sempre visualizzati tutti nell’elenco principale che non è possibile suddividere tramite cartelle (ad esempio per autore o argomento). Inoltre non è possibile marcare i libri letti e associare ad essi un commento.

Il peggio viene con il SW per il PC, che rischia di far diventare un incubo la gestione del reader.
Per configurare la sincronizzazione tra reader e il PC, il reader deve essere connesso, il che comporta che, se già abilitata la sincronizzazione, esso si sincronizza, operazione magari non voluta questa volta.
Quando si sincronizza, cominciano i pasticci con le note: se avete aggiunto delle note ai testi questi cominceranno a proliferare nel reader, mentre nel PC non saranno mai visibili e accessibili. Da poco più di una dozzina di note, dopo alcune connessioni con relative sincronizzazioni, ho trovato sul reader più di un migliaio di note, tutte copie di quelle da me inserite durante la lettura; tutte queste note ho dovuto eliminarle manualmente (aggiornamento: è stata rilasciata la versione 1.1.05.13310 del SW PC che secondo Sony risolve questo problema)..
Nel contempo, però, lo stato della lettura dei vari libri non è sincronizzato verso il PC e rimane sconosciuto.
Inoltre, se attivata la sincronizzazione automatica e se avete una SD card come memoria aggiuntiva, trasferire libri automaticamente sulla memoria esterna è complicato (ci sono riuscito creando una collezione e indicando che questa fosse sincronizzata solo con la SD card, ma in alcuni casi ho comunque trovato qualche libro duplicato nella memoria interna).

In conclusione, posso dire che il reader soddisfa lo scopo principale della lettura. Avevo parecchie riserve al riguardo, riserve smentite nell’uso.
Purtroppo, però, vi sono diverse limitazioni, alcune qui sopra riportate, che sono irritanti e che limitano parecchio le possibilità di utilizzo di questo dispositivo.
Sono in genere limitazioni dovute ad una cattiva gestione da parte del software e che fanno sperare che SONY rilasci aggiornamenti che migliorino le prestazioni del dispositivo e del SW per PC.

Leave a Reply